JD Vareity 2

Chiacchiere e distintivo

prostituzioneNuovo proclama emesso alla vigilia della partenza per Roma prevede inasprimento sanzioni contro prostitute e clienti. In otto mesi  si è perso il numero delle misure immaginate e ordinate. Un ritmo che offusca quelli emessi dall'Isis, sempre prontamente rilanciati come veri, quasi che un proclama al giorno togliesse il problema di torno. Ma è così? I dati, forniti dalla Polizia Locale, in risposta ad un quesito che ho posto a dicembre, raccontano una realtà molto diversa dalle parole.
Nel periodo febbraio maggio 2014 durante gli ultimi 4 mesi dalla mia amministrazione, la Polizia Locale ha elevato 142 sanzioni, colpendo in modo energico il degrado generato dalla prostituzione su strada e allontanando i clienti dalle zone poste sotto controllo.
Nel periodo 1 giugno 2014, 15 gennaio 2015, dunque in otto mesi di amministrazione Bitonci Saia Buffoni le sanzioni sono state appena 92. Con il ritmo precedente, senza aggiungere l'attivismo padano, avrebbero dovuto essere almeno 280. Siamo invece sotto addirittura di due terzi.

Questi sono i fatti, anche per chi ogni giorno è chiamato a raccontarli, il resto quando va bene sono opinioni prive di fondamento, che però hanno bisogno del megafono e di chi è disponibile a prestarlo.

Padova probabilmente merità di più del solo racconto. 


Condividi