ivorossiIVO ROSSI

Sono nato il 18 marzo 1955 a Padova dove vivo con mia moglie Franca. Sono laureato in Scienze Politiche con voto 110 su 110 e lode, con una tesi sugli istituti di democrazia diretta.

Sono un funzionario del Ministero dell'Economia e delle Finanze attualmente in comando presso il Ministero per gli Affari Regionali. In gioventù ho praticato il ciclismo, anche a livello agonistico, vincendo alcune gare di Velocità su pista e di inseguimento a coppie. Attualmente pratico il running con all’attivo due mezze maratone.

Sono stato eletto per la prima volta nelle istituzioni nel 1982 con la carica di consigliere comunale di Padova; rieletto nel 1985 e successivamente nel 1990, 1999, 2004, 2009 e 2014. Mi sono dimesso dalla carica di consigliere comunale in data 20 aprile 2015.

Dal 1990 al 2000, sono stato Consigliere regionale del Veneto (dal 1990 al 1995 componente dell’ufficio di Presidenza del Consiglio Regionale, dal 1995 al 2000 capogruppo dei Verdi).

Dal 1995 al 1998 sono stato consigliere provinciale di Padova.

Dal 2004 al 2009 sono stato assessore al Comune di Padova con deleghe alla Città Metropolitana, alla mobilità e ai trasporti, al verde pubblico, parchi urbani, acque fluviali, comunicazione e arredo urbano.

Dal 2004 al 2007 sono stato presidente dell'Associazione Italiana Città Ciclabili - AICC.

Dal 2009 al 2013 sono stato Vice Sindaco del Comune di Padova con deleghe alla mobilità e ai trasporti, all’urbanistica, alle politiche dell’Innovazione, alla Città metropolitana, al verde pubblico.

Dal 10 giugno 2013 fino al 9 giugno 2014 sono stato Sindaco reggente del comune di Padova a seguito della decadenza del Sindaco Flavio Zanonato, nominato Ministro nel governo presieduto da Enrico Letta. Durante questo periodo ho mantenuto le deleghe agli affari generali - bilancio - relazioni esterne - programmazione e controllo - protezione civile - politiche della sicurezza - mobilità - città metropolitana.

Nel febbraio del 2014 ho vinto le primarie organizzate dal centro sinistra per la candidatura a Sindaco di Padova.

Sono stato sconfitto al ballottaggio per la carica di Sindaco l’8 giugno del 2014.

Nel corso degli anni di impegno politico sono stato autore, nel 1983, della prima proposta di legge regionale per l’istituzione del Parco dei Colli Euganei, diventati area protetta dopo un lungo dibattito nel 1989.

Nel corso del mandato in Consiglio regionale ho presentato nel 1990 la prima proposta di legge per finanziare la realizzazione di piste ciclabili, la proposta di legge per l’istituzione della Città Metropolitana di Padova, per la fusione di diversi Comuni e in particolare quella che ha dato luogo al referendum per l’unificazione dei Comuni di Abano e Montegrotto Terme, nonché la proposta per l’istituzione del Parco del Delta del Po.
Sono stato inoltre promotore della proposta di legge che ha introdotto l'attività del City Porto (distribuzione delle merci nelle aree urbane), della norma che finanzia i sistemi "intelligenti" di controllo e regolazione della mobilità, nonché di quella che ha introdotto i Bed & Breakfast nella legislazione regionale.
Si ricordano, fra le altre, la promozione della legge per la realizzazione del collegamento ferroviario fra Padova e Chioggia, così come quella che ha introdotto la prima legislazione nazionale in materia di regolamentazione dei campi magnetici generati da elettrodotti.
Nel 2000, ho promosso un referendum cittadino per realizzazione della prima linea tranviaria di Padova, referendum celebrato nel mese di novembre 2000 a cui hanno partecipato 52.000 cittadini, con una nettissima prevalenza del si al quesito da me proposto.

Nel corso dell’attività amministrativa mi sono occupato della realizzazione della prima linea del Tram, inaugurata, nella tratta fra la Stazione ferroviaria e la Guizza nel marzo 2007 e successivamente estesa a Pontevigodarzere nel 2009.
Ho realizzato il primo MasterPlan della ciclabilità del Comune di Padova portando la rete di piste ciclabili al ragguardevole risultato di 170 km, che collocavano Padova, nel 2014, al primo posto in Italia. Sempre a supporto della ciclabilità ho realizzato i ponti ciclo-pedonali sul Brentella, sul Bacchiglione alla Rari Nantes, su via Venezia, collegante il Piovego con il Parco d’Europa e sul canale di San Gregorio. In questo periodo ho contribuito a realizzare il Parco d’Europa e, all’interno dello stesso parco, il Giardino di Cristallo contenente la più importante collezione di piante grasse d’Italia.
Durante i due mandati sono state realizzate le opere che hanno consentito la chiusura dell’anello delle tangenziali (anello Boston, tangenziale nord, uscita statale 16, viadotto di Padova est dedicato a Darwin e viadotto su via Bezzecca), comprese le bretelle per Abano e per Selvazzano.

Ricordo, fra le tante iniziative, il progetto di Padova Smart per la realizzazione di una Padova, innovativa, sostenibile e inclusiva.

Nel 1987 sono stato componente del primo Comitato per il servizio Radiotelevisivo del Veneto
Nel 1997 sono stato nominato nel primo Consiglio di Amministrazione del Parco Scientifico Galileo;
Nel 2007 sono stato eletto Segretario cittadino della Margherita di Padova.

 

Informazioni sul contatto

Seguimi su Facebook

IN EVIDENZA

Dialogo sopra centri commerciali travest…

Ivo Rossi - avatar Ivo Rossi

Caro Paolo, a leggere il dibattito di questi giorni su stadio e centri commerciali sembra di assistere ad un film già visto molte volte, con attori ringalluzziti che recitano copioni...

Galileo, chi era costui? Nuovo Ospedale …

Ivo Rossi - avatar Ivo Rossi

di Ivo Rossi, Claudio Sinigaglia, Gianni Berno Sulla stucchevole telenovela del nuovo ospedale le parole si sono sprecate e immaginiamo che per il cittadino medio siano diventate un insopportabile rumore...

L’ammaina bandiera della borghesia padov…

Ivo Rossi - avatar Ivo Rossi

I volti imbarazzati e il disagio dei presenti qualche giorno fa alla cerimonia dell’alzabandiera alla caserma Salomone, con sindaco e prefetto che non incrociano nemmeno lo sguardo, restituiscono la misura...

Il sito web usa i cosiddetti cookie per migliorare l’esperienza dell’utente. Fino a che non si sarà premuto il tasto - Accetto i cookies - nessun cookies sarà caricato.

Leggi l'informativa sull'utilizzo dei cookies

Hai rifiutato l'utilizzo dei cookies. Potrai cambiare la tua decisione in seguito.

Hai accettato l'utilizzo dei cookies. Potrai cambiare la tua decisione in seguito.